gototopgototop
Progetto Nitrato d'Argento

 

Relazione sul progetto "NITRATO D'ARGENTO" finanziato del nostro Club e eseguito da IBBY ITALIA per portare il "Cine-Mino" dai bambini emiliani delle zone colpite dal sisma.

Narrazione cinematografica e incanto del gioco

 

Chi è IBBY Italia:

IBBY   -  International  Board  on  Books  for  Young  People    -  è  un'organizzazione

internazionale no-profit, fondata in Svizzera nel 1953, con sedi in oltre 70 paesi, impegnata nel facilitare l'incontro tra libri, bambini e ragazzi e nel diffondere i migliori libri e le migliori pratiche nel campo del diritto e dell’accesso ai libri.

Il pensiero fondante dell'organizzazione è che la narrazione possa aiutare i bambini
che crescono in un contesto o in condizioni difficili ad avere una migliore qualità della
vita  e  che  l’accesso  ai  libri  sia  un  diritto  per  tutti  i  bambini  e  ragazzi  e  per
l’acquisizione di una loro cittadinanza attiva. IBBY nasce infatti come primo progetto
culturale e internazionale nella Germania postbellica e si fonda sulla convinzione che il
libro possa essere un mediatore per la cooperazione pacifica fra i popoli e le nazioni.

La sezione italiana di IBBY ha sede presso la Biblioteca SalaBorsa di Bologna: fra le
molte attività in cui è impegnata, come la candidatura dei migliori libri italiani ai
maggiori premi internazionali e la promozione di progetti di diffusione di libri e buone
pratiche, ha inoltre avviato tempestivamente iniziative a sostegno delle zone emiliane
colpite dal terremoto nel giugno 2012 quali una raccolta di libri e giochi, contatti con i
soggetti del territorio, distribuzione di materiali, progettazione di interventi ad hoc. Al
Congresso Biennale IBBY di Londra tenutosi ad agosto 2012, l’impegno della sezione
italiana ha inoltre ricevuto il riconoscimento dalla rete internazionale IBBY Children in
Crisis, precedentemente destinato a progetti di intervento in casi di emergenza in
Afghanistan,  Colombia,  Gaza,  Libano,  Haiti,  Cile,  Pakistan  e  Giappone,  al  fine  di
sostenere e incoraggiare la piccola sezione italiana, basata principalmente sul lavoro
volontario.

Il progetto:NITRATO D'ARGENTO

In questo contesto nasce Nitrato d’Argento, un progetto di narrazione cinematografica dedicato ai bambini emiliani realizzato interamente grazie all’incontro fra Lions Club -
San Marino e IBBY Italia.

Il progetto ha potuto vedere la luce grazie alla Presidente di Lions Club di San Marino, dott.ssa Francesca Masi, che ha donato un contributo di 1500 euro a IBBY Italia finalizzato  alla  realizzazione  di  un  calendario  di  eventi  dedicati  all’incanto  della narrazione cinematografica.

Il progetto unisce la narrazione cinematografica a laboratori di animazione per offrire a bambini e ragazzi un’esperienza di gioco e narrazione con l’arrivo del Cine-Mino, autentico cinema ambulante in miniatura, un’esperienza che produce meraviglia, gioia e  stupore,  elementi  fondamentali  per  nutrire  la  speranza  e  riavviare  le  energie interrotte dal trauma del terremoto e dalle sue conseguenze.

Il Cine-Mino è un furgone in cui è stato allestito il più piccolo cinema del mondo. È dotato   di   un   ingresso   a   balcone,   biglietteria,   cabina   di   proiezione,   schermo panoramico,  suono  stereofonico,  impianto  di  condizionamento  dell’aria  e  comode poltroncine,  ed  è  stato  realizzato  nei  laboratori  di  Botteghe  Riunite  San  Renato, cercando di rispettare in linea proporzionale i parametri estetici e architettonici di una sala cinematografica vera e propria.

Gli incontri sono stati realizzati grazie alla collaborazione dei seguenti operatori: Vera Martinelli, esperta di interventi pedagogici per bambini in situazioni disagiate, Federica Azzanutto, per IBBY Italia, Davide Sorlini, ideatore e proprietario del Cine-Mino, e Marco Manfredi, attore e assistente del Cine-Mino. In occasione di una trasferta, sono stati  coinvolti  anche  Cristina  Piccinini  e  Simone  Fratini,  operatori  di  Schermi  e Lavagne, il settore educativo della Cineteca di Bologna.

Visto il grande successo riscosso dal progetto e le numerose richieste pervenute da altre  classi  e  istituti  scolastici,  l’associazione  sarebbe  felice  di  soddisfare  queste ulteriori richieste e realizzare altri laboratori e visite con Cine-Mino per i bambini delle aree emiliane colpite dal terremoto.

GLI INCONTRI

Il  progetto  è  stato  destinato  agli  allievi  delle  scuole  primarie (classi  4e  e  5e)  e secondarie di primo grado (classi 1e e 2e).Per   poter   coinvolgere   il   massimo   numero   di   bambini   con   il   finanziamento   a disposizione, si è deciso di organizzare due incontri nel corso di una stessa mattinata; in questo modo hanno potuto usufruire del progetto 10 classi, per un totale di 199 bambini, così suddivisi:

  mercoledì 12 dicembre 2012

Scuola primaria di Bevilacqua, Cento (FE) classe V 10 alunni, classe IV 17 alunni

  giovedì 13 dicembre 2012

Scuola primaria di Renazzo, Cento (FE) classe VA 16 alunni, classe VC 21 alunni

  martedì 15 gennaio 2013

Scuola primaria “Guercino”, Cento (FE) classe VA 24 alunni, classe VB 27 alunni

  mercoledì 16 gennaio 2013

Scuola secondaria di primo grado “Giorgio Golinelli”, Mirabello (FE) classe IF 19 alunni, classe IG 18 alunni

  giovedì 24 gennaio 2013

Scuola primaria “Elvira Castelfranchi”, Finale Emilia (MO) classe VC 23 alunni, classe VD 24 alunni.

 

IL LABORATORIO

Ogni incontro ha previsto un laboratorio della durata di un’ora e mezza circa sul tema della magia del cinema.

Sono state ideate due diverse tipologie di laboratorio: una destinata alle classi delle scuole primarie e una alle classi delle scuole secondarie inferiori.

 

Il  laboratorio  destinato  alle  classi  delle  scuole  primarie  ha  previsto,  dopo  una
presentazione del progetto e dell’associazione IBBY Italia, una piccola introduzione al
cinema   e   al   cinema   di   animazione,   e   dei   due   cortometraggi   animati   in
programmazione: Magical Maestro (USA, 1952) di Tex Avery, capolavoro di un grande
maestro dell’animazione in cui un umorismo sofisticato si lega a una trama surreale e
bizzarra, e Presto (USA, 2008) di Doug Sweetland, omaggio contemporaneo all’opera
di Avery prodotto da una delle migliori case di produzione del cinema di animazione,
ovvero gli Studi Pixar. Gli alunni sono stati poi divisi in due gruppi, ognuno dei quali
ha   partecipato   in   classe   a   un   laboratorio   sul   pre-cinema   e   alla   visione   dei
cortometraggi animati nel Cine-Mino, alternandosi nei due differenti spazi. In classe i
bambini  hanno  potuto  seguire  una  breve  spiegazione  su cosa  ci  fosse  prima  del
cinema e come il cinema sia in qualche modo un’arte magica basata sulle illusioni
ottiche. Infine si è proceduto alla realizzazione di due piccoli strumenti del pre-cinema
come il taumatropio  e il pedemascopio

 

Nel   Cine-Mino,   dopo   una   breve   spiegazione   sul   funzionamento   di   una   sala cinematografica, a ogni alunno è stato assegnato un ruolo e una mansione tipica di un dipendente del cinema (ad esempio maschera, proiezionista, bigliettaio, ecc….); nella modalità del role-play, i bambini hanno dunque vissuto la proiezione all’interno del Cine-Mino sia come spettatori sia come fautori dell’esperienza. Al termine della visione è seguito un dibattito critico in cui i bambini hanno potuto esprimere liberamente le proprie opinioni a proposito dei cortometraggi proposti.

Il laboratorio  destinato alle classi delle scuole secondarie inferiori è stato invece
realizzato con il contributo di Schermi e Lavagne, un progetto educativo della Cineteca
di Bologna. La fascia di età coinvolta ha consentito di lavorare con una strumentazione
più sofisticata e si è optato per la realizzazione vera e propria di brevi sequenze di
cinema, che prevedono l’utilizzo di semplici effetti speciali provenienti dal pre-cinema.
In classe gli alunni hanno potuto girare alcune brevi sequenze, decise previamente
insieme, con l’utilizzo di alcuni trucchi del cinema delle origini e in cui ogni ragazzo ha
potuto contribuire a seconda dell’incarico della troupe prescelto (ad esempio fonico,
attore, ciakkista, ecc…). Nel Cine-Mino invece i ragazzi, con la stessa modalità di role-
play destinata agli alunni delle scuole primarie, hanno assistito a due brevi sequenze
tratte da due capolavori del cinema muto, per la regia di due grandi maestri del
periodo, entrambe sul tema di un improbabile incontro di boxe: Luci della città (USA,
1931) di Charlie Chaplin e Io e la boxe (USA, 1926) di Buster Keaton.

 

TESTIMONIANZE

 

“I bambini di Renazzo, nella mattinata del laboratorio sul cinema, erano a dir poco al settimo cielo. Alcuni genitori sono venuti a ringraziare e altri a chiedere ulteriori informazioni dato che i loro figli avevano riportato l'esperienza come qualcosa di unico e strabiliante”.

Una maestra della Scuola primaria di Renazzo

 

“Il Cine-Mino è molto più bello della multisala di Cento!”.

Un alunno della Scuola  primaria di Bevilacqua

 

“I    bambini    hanno    scritto    una    pagina    di    diario
sull'esperienza  del  Cine-mino  e,  da  quanto  ho  potuto
capire,  ne  sono  rimasti  folgorati!  E'  piaciuto  tutto,  dal
furgone-cinema, ai cortometraggi scelti, dai popcorn alle
vostre   spiegazioni   chiare   e   semplici.   E'   piaciuto   il
laboratorio   svolto   in   classe   e   realizzare   quel   piccolo
esempio di animazione ha inorgoglito ogni bambino!!”.

Una maestra della Scuola primaria di Bevilacqua

 

“In un mondo  sempre più velocizzato, questa è  stata
un'occasione per "viaggiare" a passo di.... bambino! Nello

sguardo  dei  bambini  c'era  quella  felicità,  curiosità  e meraviglia che spesso la società in cui viviamo annulla con proposte inadeguate”.

Una maestra della Scuola primaria di Renazzo

 

LETTERE DI RINGRAZIAMENTO

 

Gentilissima dott.ssa Allodi, innanzitutto buon 2013 e grazie per le foto!

Scrivo a Lei e a tutto lo staff di IBBY Italia per ringraziare sentitamente per quanto ci avete donato.

I bambini di Renazzo, nella mattinata del laboratorio sul cinema, erano a dir poco al settimo cielo. Alcuni genitori sono venuti a ringraziare e altri a chiedere ulteriori informazioni dato che i loro figli avevano riportato l'esperienza come qualcosa di unico e "strabiliante".

Dal punto di vista didattico, posso dire che è stata un'esperienza significativa sia per l'aspetto della manualità sia per la possibilità offerta ai bambini di osservare da vicino un cinema a loro misura! La manualità è stata favorita dalla realizzazione di disegni utili a comprendere la tecnica del disegno animato; mentre la riflessione è scaturita in seguito  alle  domande-stimolo  poste  dagli  operatori  Davide  e  Marco  riguardo  ai cortometraggi proposti.

In un mondo sempre più velocizzato questa è stata un'occasione per "viaggiare" a

passo di... bambino!

Nello sguardo dei bambini c'era quella felicità, curiosità e meraviglia che spesso la società in cui viviamo annulla con proposte inadeguate.

L'esperienza ha favorito nei bambini la capacità di osservare, cogliere differenze ed elaborare ipotesi rispetto ai cortometraggi proposti. Alcuni di loro sono stati in grado di esprimere giudizi originali. Insomma, che dire... ancora grazie per l'occasione unica che ci avete offerto.

Il 22 dicembre poi, ultimo giorno di scuola prima delle vacanze natalizie, ci è giunto un bel dono di Natale: tre scatole di libri consegnati da tre simpaticissimi volontari! A noi tutti è sembrato di vedere i tre re Magi giunti con i loro tre doni e a cavallo... non di cammelli, ma di un furgone della Croce Rossa!

Che dire?! Ancora grazie a voi tutti per l'attenzione concessaci in un momento così particolare a causa degli ultimi eventi che ci hanno colpito e di cui ancora vediamo i segni. Questo vostro è stato un segno che ci ha rincuorato e aiutato a trovare quella fiducia e speranza di cui abbiamo bisogno.

Attendo il dvd e l'altro materiale con ansia.

Grazie da parte del dirigente, dei colleghi, i genitori, i bambini e da me.Stefania Indino, maestra della Scuola di Renazzo

 

Gentilissima Valentina,

i bambini hanno scritto una pagina di diario sull'esperienza del Cine-mino e da quanto ho potuto capire ne sono rimasti folgorati!!

Complimenti, complimenti e davvero tanti complimenti al vostro lavoro!

E' piaciuto tutto, dal "furgone-cinema", ai cortometraggi scelti, dai popcorn alle vostre spiegazioni chiare e semplici.

E' piaciuto il laboratorio svolto in classe, realizzare quel piccolo esempio di animazione ha inorgoglito ogni bambino!!

Devo dire la verità, i pop-corn sono stati menzionati da tutti, sarà stato il fatto che era
ora di merenda, sarà stato il fatto che erano caldi e fumanti, sarà stato il sale,
insomma posso dire che siete davvero un team tutto pepe che lascia il segno e parla
di un sogno!!

Continuate così, la vostra passione, la vostra semplicità, il vostro sorriso,

l'immediatezza di ogni gesto e di ogni parola colpiscono subito grandi e bambini e questo è una delle grandi doti che vi contraddistinguono!

Mentre vi scrivo, mia figlia, che ha partecipato all'iniziativa del Cine-mino, vi saluta con affetto!

Mi unisco al suo saluto e resto in attesa delle foto!!

Un grande abbraccio a tutti dalla Scuola Primaria di Bevilacqua,

Valeria Foceri, maestra della Scuola di Bevilacqua